fbpx

San Gimignano

Una selva di torri all’orizzonte

Per la caratteristica architettura medievale del suo centro storico San Gimignano è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dell’UNESCO nel 1990. Il sito di San Gimignano, noto anche come la Manhattan del Medioevo, è per lo più intatto nell’aspetto due-trecentesco ed è uno dei migliori esempi in Europa di organizzazione urbana dell’età comunale. Nel periodo più florido, le ricche famiglie di San Gimignano arrivarono a costruire ben 72 torri come simbolo del loro benessere e potere. Di queste oggi ne rimangono ben 14 che contribuiscono a rendere ancora più affascianante l’atmosfera cittadina.

Duomo di San Gimignano: la semplicità della sua facciata romanica racchiude le meraviglie ed i capolavori presenti all’interno. Tra questi vengono riconosciute opere di Benozzo Gozzoli, Taddeo di Bartolo e degli allievi di Simone Martini.

Piazza del Duomo: se il Duomo è il simbolo religioso di San Gimignano, il Palazzo del Popolo è il suo corrispettivo civico. Insieme, a pochi metri uno dall’altro, formano lo straordinario insieme architettonico di Piazza del Duomo. Il Palazzo Comunale si trova sula sinistra della piazza, tra la Torre Grossa e la Loggia del Comune. Il palazzo oggi ospita il Museo Civico di San Gimignano che annuncia già la sua bellezza dal cortile d’ingresso.

Piazza della Cisterna: questa piazza è, con la sua straordinaria scenografia, punto di passaggio quasi obbligato per ogni visita a San Gimignano. Si trova alla sommità della collina su cui è costruita la cittadina toscana, quindi è un buon posto per rilassarsi. Armoniosa e raccolta, è certamente la più bella pizza di San Gimignano ed è una delle più belle della Toscana. Qui si trovano le botteghe e si svolgevano il mercato e le giostre.

Il Museo della Tortura: in realtà si tratta di due piccoli musei: il primo, appena entrati in paese, espone su tre piani un percorso completo sui metodi di tortura di tutto il mondo, con strumenti e attrezzi originali, foto e spiegazioni dettagliate. L’altro museo si trova un po’ più su ed ha come tema la pena di morte.

Chiesa di Sant’Agostino: piccolo scrigno di opere d’arte che merita una visita per scoprirne i tanti gioielli custoditi.

Rocca di Montestaffoli: costruita per difendere San Gimignano dagli attacchi di Siena dopo la sottomissione a Firenze. Non resta molto dell’antica rocca, ma vale la pena arrampicarsi in questo spazio verde per ammirare una straordinaria vista su San Gimignano e la Val d’Elsa. L’unica torretta rimasta in piedi di un complesso sistema di difesa, è il punto di vista privilegiato per godersi il panorama. La rocca di Montestaffoli è oggi luogo di manifestazioni culturali e sagre, in particolare la Giostra dei Bastoni che si volge a giugno.

Continua con la scoperta del Chianti…

Torri

Torri

Torri Un paesino d'aspetto medievale  Entrando nell'antico borgo di Torri si resta sorpresi dall'atmosfera medievale che vi regna e dagli angoli suggestivi delle piazzette e dei cortili. Il borgo è una frazione del comune di Sovicille, è situato nei pressi del...

Abbazia di San Galgano

Abbazia di San Galgano

Abbazia di San Galgano I resti di uno dei più importanti monasteri toscani   Il luogo include due diversi punti di attrazione: la grande Abbazia con un'enorme chiesa senza tetto e l'eremo di Monte Siepi dove, secondo la leggenda, San Galgano si ritirò come...

Monticiano

Monticiano

Monticiano Un borgo medievale con due grandi fiumi e due riserve naturaliTra le splendide colline delle Terre di Siena si trova Monticiano con tutta la sua autenticità. A bagnare il suo territorio ci sono i fiumi Merse e Farma che danno vita a due magnifiche riserve...