Monte Luco

Vivere la natura in tutta tranquillità

Il Monte Luco è una montagna del Chianti Senese che si innalza poco oltre gli 800 metri ed è caratterizzata sia dalla presenza di pini, abeti, castagni e faggi che, nella zona più in basso, da una fitta macchia mediterranea.

I suoi luoghi sono selvaggi ma ben graditi a coloro che desiderano vivere la natura in tranquillitàIn estate si può trovare un gradevole clima fresco mentre in inverno è possibile vedere qualche fiocco di neve cadere su abeti, pini e castagni.

In questi posti meravigliosi in mezzo al bosco è anche possibile trovare molti doni offerti dalla natura tra cui funghi, castagne, marroni, mirtilli, mele cotogne, corbezzole, more e fragoline selvatiche.

Tra gli animali è possibile avvistare volpi, tassi, lepri, caprioli, daini, cinghiali, istrici, scoiattoli, lupi e rapaci. 

Nelle sue terre si aggira anche una bellissima e particolare famiglia di lama resa libera dal non lontano zoo di Cavriglia (ormai chiuso), gli animali si sono adattati alla zona tanto che hanno procreato altri piccolini della loro specie. I visitatori più fortunati li possono veder pascolare nelle radure o passeggiare per la strada anche se prediligono stare immersi nel bosco vicini alle sorgenti d’acqua che si trovano nei pressi della vetta.

Dal Monte Luco nasce il fiume Ombrone e dopo un percorso di 161 chilometri si getta nel mar Tirreno nei pressi di Alberese aggiudicandosi la medaglia d’argento per essere il secondo fiume più lungo della Toscana dopo l’Arno.

Questo monte ha una leggenda molto particolare e simpatica che racconta di Lucos, famoso re di una popolazione di gnomi, che estraeva argento, oro e pietre preziose dalle viscere delle montagne. Possedeva due armi magiche, un mantello, che lo rendeva invisibile ed una cintura che gli conferiva la forza di una dozzina di forti uomini. Il suo tesoro più prezioso era, però, il magnifico lago incantato che si trovava dentro alla sua grande caverna. Facendovi il bagno durante il solstizio d’estate si poteva diventare immortali per tutto l’anno solare, ma un giorno le acque del lago si ritirarono e tutti gli gnomi morirono lasciando dietro di se solo una leggenda. 

Continua con la scoperta del Chianti…

Pieve Romanica di San Polo in Rosso

Pieve Romanica di San Polo in Rosso

Pieve Romanica di San Polo in Rosso Le sue forme ricordano uno strano connubio fra sacro e militarescoDi grande interesse artistico è la pieve di San Polo in Rosso, menzionata già avanti il Mille come proprietà della famiglia Firidolfi, poi Ricasoli. Nonostante i...

Pieve Romanica di San Giusto in Salcio

Pieve Romanica di San Giusto in Salcio

Pieve Romanica di San Giusto in Salcio Sobria, ma imponente dal colore grigio/tenue della pietraLa pieve di San Giusto in Salcio è un’antica pieve cattolica fra le più antiche del Chianti ed appartiene alla diocesi di FiesoleContinua con la scoperta del Chianti...

Radda in Chianti

Radda in Chianti

Radda in Chianti Una località conosciuta per la sua atmosfera suggestiva e i suoi panorami meravigliosiRadda in Chianti è uno spettacolare borgo medievale racchiuso da possenti mura difensive, situato sulla cima del colle che divide le valli di Arbia e Pesa. Al suo...