Badia a Coltibuono

Circondata da grandi boschi di abete bianco e castagno

Nel 1051 il monaco Giovanni Gualberto ricevette in dono da potenti signori feudali locali la chiesa di San Lorenzo a Coltibuono con la richiesta di costruire una residenza per il clero e un ospizio per i pellegrini.

Fin da subito, nacque una comunità di monaci benedettini che, grazie al proprio spirito riformatore e polemico nei confronti della dilagante corruzione del clero, riscosse ampio affetto e considerazione. 

Tali monaci non si ritrovarono perciò solamente a svolgere un ruolo religioso, ma anche politico, sociale ed economico favorendo in poco tempo numerose donazioni di grandi proprietà, ad opera dell’aristocrazia e di modesti appezzamenti di poveri contadini, che cercavano riparo e protezione in una turbolenta epoca storica.

Inoltre, i monaci vallombrosani si rivelarono attenti studiosi e sensibili alla valorizzazione delle risorse naturali. Essi dettero, infatti, un nuovo impulso alla coltivazione delle terre in particolare alla vite e all’olivo, già praticate in questa zona dagli etruschi e dai romani fin dal 300 a.C. 

Si deve sempre a loro l’introduzione della coltivazione dell’abete bianco e del castagno; specie arboree ancora molto presenti nei boschi che circondano l’abbazia. Accanto all’attività agricola si dedicarono agli studi, all’ospitalità e anche alla cura dei malati.

Oggi è la famiglia Stucchi ad occuparsi della proprietà ed a conservare l’impegno verso l’agricoltura biologica, col fine di preservare la biodiversità e mantenere il terreno sano per le generazioni future. In questo luogo si trovano sentieri e strade bianche che rappresentano, fin dagli etruschi e dai romani, vere e proprie vie di pellegrinaggio.

Continua con la scoperta del Chianti…

Barbischio

Barbischio

Barbischio Più di un'antica difesa fiorentinaIl Castello di Barbischio sovrasta il paese di Gaiole In Chianti.  Nel 1200, insieme ai vicini Montegrossi, Vertine e Meleto, Barbischio faceva parte delle difese fiorentine di quest'area del Chianti, confinante con i...

Castello di Meleto

Castello di Meleto

Castello di Meleto Il vero gusto settecentesco a Gaiole in ChiantiIl Castello di Meleto si erge maestoso nell'incantevole paesaggio di Gaiole in Chianti, al termine di un piacevole viale fiancheggiato da cipressi e ginepri. La struttura sorge in mezzo ai campi e alle...

Monte Luco

Monte Luco

Monte Luco Vivere la natura in tutta tranquillitàIl Monte Luco è una montagna del Chianti Senese che si innalza poco oltre gli 800 metri ed è caratterizzata sia dalla presenza di pini, abeti, castagni e faggi che, nella zona più in basso, da una fitta macchia...